Orchestra


VOTA QUESTO VIDEO

*
Ai fini della votazione e dell'estrazione premi saranno considerati validi solo i voti effettuati da collaborati appartenenti al gruppo Bosch in Italia.

Soggetto

La mia proposta è questa: fare diventare Bosch una grande orchestra. Tutti o una buona porzione di dipendenti, individuati di concerto con la società e la produzione, suoneranno e canteranno in sincrono, dalle diverse sedi Bosch. Anche un solo ufficio per sede potrà servire allo scopo. Anche un solo ufficio per più di una sede. Una sede intera potrà esser rappresentata da una sola persona. Non ci sono regole da questo punto di vista. La sola cosa importante è che un certo numero di persone, una fetta sufficientemente rappresentativa di sedi diverse, sia coinvolta. Non ci saranno spostamenti: ogni sede di Bosch Italia si collegherà con noi, qui a Milano, dove filmeremo tutto da una serie di schermi in una sorta di sala-regia. Ad un segnale concordato, e sotto la direzione di un muscista esperto, eseguiranno un pezzo precedentemente scelto. Non importa che vi siano musicisti tra i dipendenti, possiamo anche scegliere di tenere il ritmo con le penne, le cartelline, le tastiere dei computer. Analogamente, i cantanti potranno essere appena intonati. Potremo utilizzare anche tecniche del canto a cappella, facendo semplicemente ripetere una strofa diversa o alternata a ciascun ufficio.
Filmeremo il tutto, registreremo l'audio separatamente, poi monteremo tutto insieme. Potremo inserire delle didascalie per rendere più chiara la dimensione dell' operazione. Abbiamo tempo per prepararci, per scegliere il pezzo, e per definire i dettagli operativi. Ma questa è l'idea: vedere e sentire le persone che fanno parte di Bosch come una cosa sola. Una cosa chiamata Bosch.

Scarica il progetto dell'autore

Curriculum

Lorenzo Lodovichi Nasce a Siena nel 1979. Si laurea in legge a Firenze. Entra poi alla Scuola Nazionale di Cinema, sezione di Torino (animazione). Finita la scuola comincia a lavorare nei cartoni animati, ricoprendo ruoli diversi. Partecipa a concorsi in ambito pubblicitario: tra gli altri, vince il primo premio soggetto Movi&co 2011 per Avis, e la menzione speciale Filmaster per Movi&co 2012
In seguito comincia a collaborare con varie produzioni in ambito pubblicitario: Armando testa (Bit Mama), Big Mama, Blinkfish tra gli altri. Presso Blinkfish ricopre tra 2014 e 2015 la qualifica di direttore creativo. Nel 2015 vince il Solinas Experimenta con il progetto di lungometraggio intitolato La Porta. Nello stesso anno vince il fondo ministeriale Mibac con il progetto di cortometraggio animato Parola (in lavorazione).
Dirige per Unesco (agenzia Bit Mama) un lavoro animato sul ciclo delle acque, presentato ad Expo Padiglione Italia. Insegna disegno per l'animazione allo IED, e design d'ambienti per l'animazione presso il master internazionale IED 2016.